Upgrade Rasbian Jessie to Buster

Upgrade Rasbian Jessie to Buster

Per chi aggiorna Domoticz nei primi giorni del 2020, funzionante su Raspbian Jessie, potrà trovare il sistema non più funzionante a causa di questo errore:

./domoticz: error while loading shared libraries: libssl.so.1.1: cannot open shared object file: No such file or directory
 
Per risolvere il problema è necessario fare l'upgrade di Raspbian Jessie a Stretch o Bustet.

Di seguito i passo per portare Raspbian a Buster:

  • Collegarsi in SSH con il comando ssh pi@numero_ip ed inserire la password (di default: raspberry)
  • Dare i seguenti comandi per poter aggiornare tutti i pacchetti di jessie:
    • sudo apt update
    • sudo apt upgrade
    • sudo apt-get dist-upgrade
  • Editare il file sources.list presente nella directory /etc/apt/ con il comando: sudo nano /etc/apt/sources.list e cambiare tutte le parole jessie con buster sources list
  • Editare i file presenti nella directory /etc/apt/sources.list.d nello sistema indicato nel punto precedente, cambiando la parola jessie (o stretch) con buster
  • Dare i seguenti comandi per aggiornare tutti i pacchetti alla nuova versione di Raspbian:
    • sudo apt update

    • sudo apt upgrade

    • sudo apt-get dist-upgrade

  • Alla richiesta del riavvio dei servizi e alle domando di aggiornare le nuove configurazioni rispondere di si con "Y" o "S"
  • Se dopo l'aggiornamento ci dovessero essere degli errori, dare il seguente comando:
    • sudo apt -f install
  • Se non ci sono più errori, dare il comando di reboot per riavviare il sistema con: sudo reboot
È possibile che dopo il riavvio, Raspbian abbia un IP diverso da quello impostato precedentemente.

Per configurare un IP statico è necessario collegersi in ssh al nuovo indirizzo IP e modificare il file con:

  • sudo nano /etc/network/interfaces e lasciare solo la riga source-directory /etc/network/interfaces.d come indicato nella figura qui sotto in figura:

interfaces conf

  •  Editare il file dhcpcd.conf

sudo nano /etc/dhcpcd.conf

e modificare il file alla fine come indicato qui di seguito, inserendo al posto del numero IP 192.168.1.12 quello desiderato, modificando inoltre il gatway (routers) e il nameserver (domain_name_servers):

dhcpcd.conf

Per abilitare le modifiche basta fare un reboot con

sudo reboot


Stampa   Email